SVE

Cos’è il SVE

logogioventu1Il servizio volontario europeo (SVE) sostiene i servizi volontari transnazionali dei giovani.

Esso aspira a sviluppare la solidarietà e a promuovere la tolleranza fra i giovani, in primo luogo per rafforzare la coesione sociale nell’Unione Europea. Promuove la cittadinanza attiva e migliora la comprensione reciproca fra i giovani.

Questi obiettivi generali saranno in particolare raggiunti nel modo seguente:

· sostenendo la partecipazione dei giovani a diverse forme di attività volontarie,sia all’interno che all’esterno dell’Unione europea;

· offrendo ai giovani l’opportunità di esprimere il loro impegno personale con attività di volontariato a livello europeo ed internazionale;

· interessando i giovani alle azioni che stimolano la solidarietà tra i cittadini dell’Unione europea;

· coinvolgendo i giovani volontari, in un paese diverso da quello dove risiedono, in un’attività non lucrativa e non remunerata a beneficio della collettività.


Il Servizio Volontario Europeo è un progetto della Commissione Europea, Direzione Generale Educazione e Cultura, rivolto ai giovani dai 18 ai 30 anni residenti in uno dei paesi dell’Unione Europea.
Offre la possibilità di svolgere un’attività di volontariato a tempo pieno per un periodo compreso tra 2 mesi e 12 mesi , in uno dei 27 paesi membri dell’ UE, nei 3 paesi dell’Area Economica Europea (Islanda, Norvegia, Liechtenstein) o nei paesi partner.

Obiettivi:
Il Servizio Volontario Europeo (SVE) aspira a sviluppare la solidarietà e a promuovere la tolleranza fra i giovani, in primo luogo per rafforzare la coesione sociale nell’Unione Europea.
Promuove la cittadinanza attiva e migliora la comprensione reciproca fra i giovani.

Viaggio, vitto, alloggio e formazione, l’assicurazione ed un pocket money mensile (normalmente intorno ai 100 euro mensili) sono finanziati dalla Commissione Europea e dalle organizzazioni partner. Per i volontari non sono previsti costi!!

Le attività di Servizio Volontario Europeo possono svolgersi in vari settori: ambiente, arte, cultura, servizi sociali, gioventù, protezione civile, cooperazione allo sviluppo, interessare il patrimonio culturale, lo sport ecc.
Ogni progetto prevede una partnership tra:
volontario, organizzazione d’invio e organizzazione di accoglienza, un’organizzazione coordinatrice che può essere l’organizzazione di invio o quella ospitante.

Le organizzazioni che accompagnano le varie fasi del volontario assegnatario al progetto SVE, sono organizzazioni non governative, associazioni, enti o iniziative locali senza fine di lucro.
Le organizzazioni di invio e accoglienza ti permettono di partecipare al programma sostenendoti in tutte le sue fasi e ti garantiscono:

Viaggio di andata e ritorno
– Eventuale preparazione linguistica
– Formazione finalizzata all’attività da svolgere

Vitto e alloggio
– Un tutor per tutta la durata del Servizio Volontario Europeo
– Un pocket money mensile stabilito dalla Commissione Europea
– Valorizzazione delle competenze acquisite durante il servizio

Paesi in cui si puo’ svolgere il servizio volontario europeo

In area UE

– Austria
– Belgio
– Bulgaria
– Cipro
– Danimarca
– Estonia
– Finlandia
– Francia
– Germania

– Grecia
– Irlanda
– Italia
– Lettonia
– Lituania
– Lussemburgo
– Malta
– Paesi Bassi
– Polonia

– Portogallo
– Regno Unito
– Repubblica Ceca
– Repubblica Slovacca
– Romania
– Slovenia
– Spagna
– Svezia
– Ungheria

Nei paesi EFTA membri dell’Area Economica Europea – Islanda
– Liechtenstein
– Norvegia

Nei paesi in pre adesione all’UE:

Turchia

Nei paesi dell’Europa Sudorientale

– Albania
– Bosnia e Herzegovina
– Croazia
– Ex Repubblica Yugoslava di Macedonia
– Montenegro
– Serbia

Il servizio volontario europeo è, soprattutto,  un servizio di apprendimento: attraverso le esperienze di approfondimento non formale i giovani volontari migliorano e/o acquisiscono competenze a vantaggio del loro sviluppo personale, formativo e professionale nonchè della loro integrazione sociale.

Gli elementi dell’apprendimento consistono nella definizione comune dei risultati, processi e metodi che si attendono dalla formazione, nella certificazione delle competenze acquisite, nella partecipazione del volontario al ciclo di formazione SVE e nella fornitura costante di supporto basato sui compiti da svolgere nonchè di sostegno linguistico e personale, comprese le tecniche di prevenzione e gestione delle crisi.

Se lo SVE vi interessa, potete rivolgervi all’organizzazione a voi più vicina in modo da costruire insieme il vostro progetto. Se nella vostra area di residenza non esiste una organizzazione di invio, rivolgetevi ad una organizzazione che opera a livello nazionale.

Scambieuropei pubblica e promuove quotidianamente tutte le possibilità di partenza con il Servizio Volontario Europeo in tempi reali. Aggiornatevi con le news di Scambieuropei.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: